De Improbabili leggende.

Immagine

Carissimi moderni, molto tempo est che lo sottoscritto non s’accinge a scriver in codesto loco. La vostra societade si move frenetica, et spesso lo ritmo de lo lavoro alto est. Perciò lo tempore da dedicare a la iscrittura diminuisce.

Se a li miei tempi v’era la rotatione triennale de le colture, oggidì siamo giunti a la rotatione economica. Io la chiamo così poiché si legge ad exemplo su Wikipedia:

Avvicendamento a ciclo chiuso o rotazione colturale (quella Medievale): segue uno schema rigido predefinito che si ripete periodicamente a cicli poliennali.

Avvicendamento libero (quella Moderna): si basa su schemi liberi, variati nel medio periodo, in funzione di fattori prevalentemente economici.

Oggidì, chissà perché, ne l’agricoltura si utilizza lo avvicendamento libero.
Ma voi direte, a me che mi frega de codesta cosa? Non son un contadino! Et havete ragione. Ma io ve lo dico così, tanto per farvi una cultura generale. Perché molto ispesso voi moderni siete ignoranti sanza nemmeno saperlo. (Et lo dico ben cosciente de poter perder l’efficacia de la Captatio Benevolentiae de lo cominciamento de codesto post: “carissimi moderni”!).

Ad ogni modo, in effecti, lo argomento primario de codesto mio articulo era un altro. Ma come al solito sono un uomo medievale logorroioco. Che ragiona, come ogni medievale che si rispetti, più su lo particolare che su l’universale. Invero qui volevo et voglio favellar et ragionar de le leggende et de come lo homo (antiquo, medievale, moderno o contemporaneo che sia), le crea.

Molte volte è successo, invero più spesso di quanto si pensi, che ciò che studiamo ne li libri de scola non sia mai accaduto. Un exemplo rapido et banale, a proposito de lo mio tempore, est lo Ius Primae Noctis. Non si trovano difatti alcune prove riguardo l’esistenza di codesto particolarissimo diritto. Oppure su lo facto che lo Medioevo sia epoca oscura in cui nulla di utile sia stato facto. Basti pensar che lo assegno bancario, che oggidì tutti voi moderni usate, oppur la figura de l’avvocato d’ufficio son stati inventati nello Medioevo.

Moltissime son le leggende che l’uomo ha inventato ne la sua historia. Riporto di seguito alcuni esempi a cui molti voi moderni non han mai smesso di credere:

  • Paul McCartney morto est et è stato sostituito da un sosia.
  • L’uomo non est mai stato in su la luna. Ma è stato tutto architettato da li Stati Uniti per far bella figura con le altre nationi.
  • Babbo Natale.
  • Jim Morrison, Marilyn Monroe, Elvis Presley et Carlo Magno son ancora vivi.
  • Tonio Cartonio morto est (et per droga).

Tantissimi altri sarebbero li esempli de leggende metropolitane che però non ho ispatio a sufficienza in codesto loco. Che se continuassi cadremmo in quella che lo amico Umberto Eco ha chiamato “la Vertigine della Lista”.

In conclusione possiamo dir che la disciplina de lo storico et li storici tutti possono essere divisi in due fationi.
Vi son infacti li storici buoni et li storici cattivi. Perdonate lo mio modo molto dualistico di veder la questione, ma per li storici non est semplice (et mai lo è stato) distinguer ciò che è vero da ciò che non lo è. Soprattutto quando spesso chi scrive la historia son li istessi che effettuano scelte et che possiedon lo potere.
Lo mio consilio è quindi de fare attentione a cosa leggete. Poiché dietro ad ogni informatione può nascondersi uno storico pagato da un regnante, o peggio un regnante istesso.

I miei omaggi.

U.M.

Grasso in Parlamento. In tutti li sensi.

Premetto che l’arrivo di Grasso a lo Senato et l’arrivo di Boldrini a la Camera, io Uomo Medievale, pleno d’experientia a causa de l’etade che mi ritrovo (diversi secoli), lo vedo et lo considero come un segno molto positivo per la vostra modernitade.
Et credo fermamente che voi moderni tutti dovreste ragionar così, a prescindere dalle idee politiche.

Credo anco che in tempi obscuri come questi si dovrebbero lasciar da parte le divisioni di partito et collaborare affinché non si sprofondi ne lo baratro.

Poscia ch’io abbia ragionato questo, desidero mostrar voi due imago.
La prima è de li miei tempi et ritrae quel che regolarmente accadeva ne le tavole de li regnanti, che magnavano a sbafo mentre ‘l loro popolo muoriva di fame et carestia.
La seconda imago è de li tempi vostri et mostra quei famosi Grilli parlanti del movimento pauperistico de li cinque astri. Coloro che predicano le povertà de la politica et lo risparmio de li risparmi de li contribuenti (et cioè voi).

Schermata 2013-03-21 alle 14.07.46cenamodernità
Mirando le due imago par d’esser di fronte a quella che voi moderni chiamate “La Settimana Enigmistica” et come se lo vostro compito fosse: “Troba le differentie!” A quanto vedo, poco o niente est cangiato, poiché è l’uomo istesso a non cangiare mai.

Un insegnamento si può trarre da codesta letione: che lo richiamo de la panza semper irresistibile est.

È proprio il caso di dirlo. Con tutte codeste magnate c’è grasso in Parlamento et non solo Grasso.

Et ora gradirei immensamente cognoscer l’opinione vostra.
La gloria et li privilegi corrompono semper lo cor de l’uomo?
Sia aperto lo dibattito! Orsù parliamone.
Attendo li vostri commenti.

I miei omaggi.

U.M.

Tema libero: Il mio migliore amico.

Immagine

 

Svolgimento: Il mio migliore amico. Lo mio destriero.

Lo mio destriero est lo più fedelissimo tra tutti li miei amici. Quelli medievali intendo, poiché tra li moderni altri ve ne sono et altri ancor son in via di mea canoscenza.
Da quando giunsi in queste terre et in questo evo moderno vostro obscuro l’unico legame che mantenni col mio amato Medioevo, oltre alla mia fidanzata, è sanza ombra di dubbio lo mio destriero.
Lo mio destriero molto magro et slanciato et atletico est. Come potete anco mirar in su la imago.
Lo mio destriero ama viver in codesti tempi, nonostante tutti li problemi che voi moderni, ne li ultimi facti di cronica, havete dimostrato di havere nei confronti de tutti li equini.
È passato più di un mese da quando le prime tracce di destriero eran state rinvenute ne li ravioli Buitoni. Io et lo mio amico equino credemmo si fosse trattato di un malinteso, di una caso singolo et isolato. Et invece lo momento di vergar la parola fine tra li macabri ritrovamenti ancor par non sia giunto.
Alla epoca dei facti, se ben rammentate, prima intervenne lo Ministro de la Salute, poi lo Istituto zooprofilattico (che c’entrano poi li profilattici mi dimando?) della Lombardia e dell’Emilia Romagna che riscontrarono ne li tortellini freschi ripieni altre tracce di cavallo. Fu la volta poi de le lasagne surgelate et de li ravioli di carne.
Già da tempo intanto lo mio destriero haveva bandito la pasta ripiena in casa nostra dimagrendo considerevolmente. Come potete ancor mirar in su la imago. Se non capite la motivatione di tal gesto mettetevi ne li suoi panni. Manducare pasta ripiena bolognese et ritrovarsi cannibali inconsapevoli non dev’esser piacevole.
Dopo la natione italica è stata la volta de l’Europa tutta et per la paura son scattate analisi ovunque, fin al ritrovamento sventurato ne le polpette Ikea.
Lo problema principale per voi moderni non è tanto lo facto di manducar carne di equino quanto il facto che par si tratti di equini dopati.
Lo mio cavallo dice che sarebbe un po’ come mangiar ravioli ripieni di Lance Armstrong. Col rischio che poi, non è soltanto credenza medievale questa, si diventi ciò che si mangi. Poiché noi siamo ciò che mangiamo. E ci trovino positivi allo doping.
Lo mio destriero non si dopa (come potete ancor mirar in su la imago) et ci tiene a precisare ch’egli è contro ogni forma di doping et che chi ne fa uso andrebbe punito da la legge. Ma a dir codeste cose io sto andando fuori tema.
Lo mio destriero est marone (lo colore intendo et no singolare di maroni), pelo corto et occhio lucido et ombrosissimo. Egli poterebbe con lo suo sguardo spaventar li nemici, ma’l suo viso troppo scemo est per far paura.
Come potete ancor mirar in su la imago.

I miei omaggi.

U.M.